23 settembre 2020

Report Uffici Torino | H1 2020

Dopo il lockdown segnali di fiducia per gli uffici strutturati.

Proseguono i segnali incoraggianti sull’assorbimento di spazi strutturati in locazione con una conseguente riduzione del vacancy rate: l’attenzione del mercato corporate continua a essere principalmente rivolta ad aree che possano garantire una buona accessibilità ai trasporti. La richiesta è più orientata verso uffici caratterizzati da un’elevata flessibilità degli spazi che presentano un profilo impiantistico di ultima generazione e classe energetica efficiente, con superfici comprese fra 1.000 e 3.000 mq. Stabili i rendimentiprime net yield al 6,5% nell’area centrale, al 7,0% nelle aree semicentrali e più periferiche. Per quanto riguarda gli investimenti, si sono registrati, nel corso della prima parte del 2020, volumi pari a circa Euro 167 milioni. Le operazioni si sono concentrate soprattutto nel comparto delle residenze alternative (RSA e studentati) e nel comparto della logistica, mentre i volumi per il comparto uffici hanno riguardato il 18% del totale (grazie soprattutto alla quota relativa alla cessione di una sede di una importante società che opera nel comparto energetico). L’outlook per la seconda parte del 2020 si conferma ad oggi incerto a causa dello shock fisiologico innescato dall’emergenza sanitaria, ancora non assorbito, che va ad aggiungersi a un ritorno della polarizzazione degli investimenti verso prodotti core e mercati più consolidati.