4 novembre 2019

Report mercato immobiliare Q3 2019

IL MERCATO DEGLI INVESTIMENTI IN ITALIA

I dati riferiti al terzo trimestre 2019 evidenziano che le transazioni di asset non residenziali in Italia hanno superato da inizio anno circa Euro 7,2 miliardi, in forte crescita rispetto allo stesso periodo del 2018. Nel corso del terzo trimestre IPI ha registrato investimenti di poco inferiori a Euro 2,1 miliardi. A sostenere l’andamento del mercato hanno contribuito in modo decisivo le operazioni che riguardano il comparto retail con circa Euro 892 milioni: un’ottima performance grazie, soprattutto, ad alcune operazioni che hanno riguardato la tipologia degli outlet. Anche il segmento uffici conferma una buona dinamicità con volumi investiti pari a circa Euro 760 milioni. L’outlook si conferma positivo e si rafforza l’interesse degli operatori per il mercato italiano con volumi di investimento che si avviano a registrare un nuovo record dopo il 2017, grazie ad alcune importanti operazioni previste in chiusura entro la fine dell’anno.

IL MERCATO DEGLI UFFICI A MILANO

Continua l’attrattività di Milano: nel terzo trimestre il take up ha raggiunto circa 122.000 mq con un take up complessivo da inizio anno di oltre 362.500 mq. Nel corso del periodo si sono registrate 80 transazioni mentre continua la contrazione del vacancy rate nelle aree centrali della città. Il canone prime del CBD (Duomo e Porta Nuova) si attesta oggi a 590 €/mq/anno e si prevede in crescita ancora per i prossimi periodi. Il prime net yield è stabile al 3,40%.

IL MERCATO DEGLI UFFICI A ROMA

Il terzo trimestre del 2019 si chiude con un assorbimento di circa 78.000 mq, raggiungendo volumi di poco inferiori a 250.000 mq da inizio anno, il miglior risultato di sempre per il mercato immobiliare direzionale romano che, in soli tre trimestri, ha superato quanto transato negli anni precedenti in 12 mesi di attività. Nel corso del periodo si sono rilevate 40 operazioni, fra cui spiccano alcune transazioni al di sopra dei 10.000 mq che confermano l’attrattività del mercato capitolino. La trattativa più importante conclusa ha riguardato un pre-let di un’importante società di consulenza internazionale in zona Eur Torrino. Il canone prime si attesta a 430 €/mq/anno per il CBD Centro e 340 €/mq/anno per l’area EUR Core. Il prime net yield è stabile al 4,0%. Le prospettive sono positive con un’attenzione crescente verso alcuni importanti progetti di riqualificazione e sviluppo.

Proiezioni, opzioni, assunzioni e stime sono fornite solo a titolo esemplificativo e non possono essere considerate come rappresentazioni dell’attuale o futuro andamento del mercato. Tali informazioni sono destinate ad uso esclusivo dei destinatari della presente comunicazione e ne è vietata qualsiasi riproduzione che non abbia ottenuto il previo consenso scritto da parte di IPI.

Scarica i 3 report completi.